lunedì 5 settembre 2011

Nemmeno una lumaca

Quell'uomo che è così lontano dall'essere anche solo un giovane uomo.
Immaginarlo nella sua nuda magrezza, con lo stomaco bianco leggermente dilatato dalla postura perennemente seduta: ecco, è come se in quella magrezza le due secche fasce di addominali si incontrassero nel pube, ricoperto di un polveroso e cupo e triste strato di peli scuri, ruvidi e flosci, e nel mezzo vi spuntasse un dito mignolo, raggrinzito e ricurvo, ingiallito, del tutto uguale alle ultime due falangi della mano di un novantenne allettato, le ultime due falangi finali della vita.

1 commento:

  1. Ho aperto un nuovo blog di cinema dove ognuno può collaborare scrivendo "recensioni", passa se ti va: http://onewordaboutcinema.blogspot.com/

    A presto!

    RispondiElimina