giovedì 5 agosto 2010

il cielo è così bianco

non ho voglia di dire fare parlare.
vado per assorbimento interno, e il fatto che l'apatia mi colga non è un buon segno per questi tempi.
io che non dormo e penso a me, che chiudo gli occhi e penso a me.
il destino vuole che in alcuni giorni dell'anno le cose si ripetano uguali con tutte le persone che incrocio.
un po' come il giorno della marmotta, ma più volte al dì.
qualche giorno fa ho festeggiato il "ho dimenticato che esisti e ti rifai vivo".
dalla mattina alla sera si sono palesate nella mia antipatica esistenza persone che avevo rimosso.
ecco, se le avevo rimosse un motivo ci sarà stato.
sarò stronza ma melliflua mai.
sono al buio e penso a me.
".... giuro, non sono cattiva, solo che non sono falsa"

3 commenti:

  1. Mi telefono e intanto penso a me.
    Ma perchè è sempre occupato?

    RispondiElimina
  2. lorenzo: ammazza, fatti un secondo numero!come me.

    RispondiElimina