giovedì 12 agosto 2010

nocebo

le scale sono una cosa stramba.
basta un piede in fallo e sei morta.
il cervello sa quale spostamento di piede devi fare per vivere.
porto spesso i tacchi alti.
rischio per cui doppiamente la vita.
ma a parte ciò, oggi sono andata in libreria: lettura per il viaggio.
mi chiedo sempre, quando entro nella stessa libreria in centro, perchè aleggi quell'odore chiaramente riferibile all'alito umano.
stantio, nebuloso, insinuante.
di aglio, di vuoto, di denti mal lavati o semplicemente di troppi respiri.
come farsi affascinare da un titolo se accanto avete 2 donne che parlano di libri importanti con un fiato che sta fra il viperino e la cantina della nonna?
ho preso il maestro e margherita.
il libro che cercavo è fuori catalogo.
ma ce n'erano diversi scritti da alfonso signorini.
maledette catene comuniste di librerie che strizzano l'occhio ai consumatori di destra.

14 commenti:

  1. se eri da feltrinelli, ha smesso da mò di essere una libreria seria... e anche come casa editrice, col moccia in catalogo non sta messa bene. il libro di bulgakov a me piacque davvero tanto. ci fu anche un periodo in cui lo regalavo a destra e a manca

    RispondiElimina
  2. di solito vado a ferrara, che ce n'è una che preferisco. Ma ero lì: io là dentro non ci trovo più niente, a parte moccia, signorini e delle guide per i viaggi.Fra poco installano la cartomante. Non volevo fare nomi, ma sì, proprio quella.

    RispondiElimina
  3. A parte che trovo un pò troppo acido il primo commento, la Feltrinelli di Pavia è all'interno di una chiesa sconsacrata con tanto di affreschi e crocifisso. Cosa c'entra? Nulla.

    RispondiElimina
  4. 知識可以傳授,智慧卻不行。每個人必須成為他自己。..................................................

    RispondiElimina
  5. Ti scrivo qui ma mi riferisco al post precedente.
    "Sentirsi come una busta di plastica in mezzo al mare" mi ha colpito parecchio, spero per te che sia stata una metafora un po' esagerata.
    Io l'ho trovata bellissima.

    Comunisti? Dove?

    Consumiamo tutto, non ci rimarrà niente.

    Brava sempre, ciao

    RispondiElimina
  6. ...io vorrei sapere qual'è il libro che NON hai trovato.

    love, mod

    RispondiElimina
  7. 我們必須先有哭泣,才有歡笑;也必須先感到人生的悲哀,然後才感到人生的快樂。................................................................

    RispondiElimina
  8. Caspita non ci avevo mai pensato alla storia dei tacchi dei piedi e delle scale.

    RispondiElimina
  9. 如果成為一支火柴,也要點亮一個短暫的宇宙;如果是一隻烏鴉,也要叫疼閉塞的耳膜。............................. ...................................

    RispondiElimina
  10. @giardino: grazie!
    @mod: il libro intervista di bogdanovich a welles
    bella:eh...a me viene il terrore di lasciarci la vita

    RispondiElimina